Il 3 maggio non caliamo le braghe. Nuovo presidio di protesta.

.

Quando:

3 maggio 2011 ore 15.00

.

Dove:

di fronte all’Ufficio Scolastico Regionale in Via Luigi Pianciani, 32 – Roma

.

Perché:

Perché a tutt’oggi gli impegni presi durante il presidio al Ministero dell’Istruzione del 20 aprile dal Direttore Generale del Personale Scolastico dr. Chiappetta nei confronti della delegazione composta da genitori e insegnanti risultano del tutto disattesi.

Gli impegni presi prevedevano l’invio di una lettera al Direttore Generale dell’USR del Lazio dott. Maria Maddalena Novelli in cui si chiede:

A – la riconferma delle classi già funzionanti a Tempo Pieno nell’anno scolastico 2010/2011 (ne sono state tagliate 111 nella sola provincia di Roma).

B – attribuzione di 2 insegnanti alle alle classi determinate a Tempo Pieno nell’anno scolastico 2011/2012, come prevede lo schema del Decreto Interministeriale e la circolare n. 21 del Ministero dell’Istruzione

C – il rispetto dei parametri stabiliti per legge sulle norme di sicurezza del numero di alunni per classe, soprattutto in presenza di bambini diversamente abili (max. 20 bambini per classe), da parte del Direttore dell’U.S.R. del Lazio, dr.ssa Novelli (a quasi tutte le scuole di Roma sono state imposte dall’USR del Lazio un numero di 27/28 alunni, anche in presenza di alunni diversamente abili)

D – per gli specialisti di lingua inglese verifica delle esigenze delle scuole e, nel caso, assegnazione dei docenti in organico di fatto.

E – adeguamento degli insegnanti di sostegno in organico di fatto in conformità con la sentenza della Corte Costituzionale .

Questi gli impegni presi dal Ministero rimasti a tutt’oggi disattesi a fronte dei gravi provvedimenti decisi dell’USR (Ufficio Scolastico per la Provincia di Roma – Direttore Generale Maria Maddalena Novelli) e dagli USP della Regione i quali non rispettano neanche la circolare ministeriale.


Cosa rischiamo:

A lasciar correre e quindi calando le braghe, questi pesantissimi e illegittimi provvedimenti che vanno ben oltre i tagli imposti dal Governo passeranno in organico di fatto.

Questo vuol dire:

  • cancellate 111 classi già funzionanti a Tempo Pieno a Roma (molti di noi dovranno cominciare a cercarsi la baby sitter);
  • le 52 classi a tempo pieno in più richieste per il prossimo anno ce le sognamo;
  • Abolizione totale degli specialisti di lingua inglese (ricordate le 3 i?);
  • Tagli ai docenti di sostegno (questa è l’nfamia più grossa);
  • Classi di 27/28 alunni anche in presenza di bambini diversamente abili con il mancato rispetto anche delle norme sulla sicurezza.
  • Più soldi a disposizione per il prossimo anno da regalare alla scuole private (vedi il bonus di cui parla il nostro presidente del consiglio) sottratti alle scuole dei nostri figli.


Il momento di farci sentire è adesso, dopo sarà troppo tardi.

Non caliamo le braghe e presentiamoci ancora più numerosi e agguerriti il 3 maggio alle ore 15 di fronte all’USR in via Luigi Pianciani 32.


presidio 3 maggio 2011 roma USR via pianciani 32

I giornali ne parlano

I telegiornali ne parlano


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...