La protesta non va in vacanza

Mercoledì 6 luglio nuovo presidio al Ministero dell’Istruzione

in viale Trastevere 76 – Roma

ore 17.00

Il presidio a Roma al Ministero dell'istruzione del 6 luglio 2011

CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERLE TUTTE

COMUNICATO STAMPA

Il Coordinamento delle Scuole Elementari di Roma ha indetto un nuovo presidio di genitori, insegnati, bambini e cittadini

Queste le ragioni:

Sono più  di due mesi che stiamo aspettando una risposta formale e definitiva che i dirigenti del MIUR si erano impegnati a dare, nei tempi brevi, alle nostre richieste che erano e restano:

  • Ripristino dei 111 posti di classi a Tempo Pieno tagliate a Roma. Si tratta di 111 Classi già funzionati e consolidate a Tempo Pieno negli anni precedenti.
  • Rispetto dei diritto dei bambini portatori di Handicap sia ad un numero adeguato di insegnanti di sostegno (dimezzati rispetto all’anno precedente), sia al limite massimo di 20 alunni nelle classi di cui fanno parte.
  • Realizzazione di 52 nuove classi prime a Tempo Pieno richiesta dai genitori per il prossimo anno scolastico.
  • Ripristino delle classi che sono state accorpate ledendo la continuità didattica con gli insegnanti e con il gruppo classe.
  • Ripristino della sicurezza abbassando il numero degli alunni nelle aule in cui vi sono 28/30 bambini, numeri eccedenti la normativa relativa alla sicurezza e ad una sana didattica.
  • Ripristino dei posti di insegnamento della Lingua Inglese, 450 posti soppressi solo quest’anno.

Tutte queste richieste non sono altro che il ripristino della legalità  che sancisce i diritti dei bambini , della loro salute, della loro sicurezza.

INOLTRE IL PRESIDIO SARA’ UNA PRIMA PROTESTA CONTRO IL TESTO DEL GOVERNO PER LEGGE FINAZIARIA CHE STA PER INIZIARE IL SUO ITER PARLAMENTARE

  • Ancora una volta si cerca di fare cassa negando i diritti dei bambini disabili: ben 6 commi dell’articolo 7 sono destinati a tagliare le risorse loro destinate ed a manipolare un sistema di accoglienza e integrazione che costituiscono ancora un esempio di cultura civile irrinunciabile.
  • Ancora una volta, senza un rigo di motivazione, si mettono in opera trasformazioni dell’impianto pedagogico per creare le premesse di nuovi tagli alla scuola pubblica e nuove privatizzazioni.
  • Ancora una volta si cerca di aggirare e negare il dettato costituzionale “La Repubblica …istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi.” In tutto il territorio nazionale (art.33, c.2). Elevando il numero degli alunni necessari per costituire una scuola si costringono milioni di studenti e alunni al pendolarismo, si privano migliaia di comuni di un presidio culturale e sociale, si impoverisce il territorio, si rende la scuola sempre più nemica di studenti e genitori, si accrescono le spese di trasporto a carico delle amministrazioni locali.
  • Ancora una volta si ampliano le scuole rendendole sempre meno adatte alle necessità specifiche degli studenti/alunni ed alle caratteristiche che dovrebbe avere ogni ordine ed indirizzo scolastico….sempre più parcheggi anziché le istituzioni educative che dovrebbero essere.
  • Ancora una volta si impedisce l’assunzione a Tempo Indeterminato di decine di migliaia di insegnanti ed ATA precari, che nella loro condizione rendono precaria la scuola per studenti ed alunni.

Bambini, Genitori, Insegnanti e A.T.A. di Roma non sono né rassegnati né domati e riprenderanno le lotte anche prima dell’inizio del nuovo anno scolastico. 

Per eventuali contatti: cell. 3466797204  – tel. 06 58320143

.

Clicca sull’anteprima per leggere l’articolo di Repubblica del 30 giugno sul futuro della scuola pubblica secondo la prossima manovra finanziaria

l'articolo di repuubblica sul futuro della scuola pubblica


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...