Referendum del 26 maggio 2013: vince Bologna, vince la Costituzione

A Bologna i cittadini hanno scelto di applicare la Costituzione
vittoria referendum bologna

Si erano espressi per il finanziamento con risorse pubbliche alle scuole private contro il dettato della Costituzione italiana:

i partiti di centro-destra (Pd-Pdl-Lega-Scelta civica-Fratelli d’Italia, Udc)
la Curia
cardinale Angelo Bagnasco
Comunione e Liberazione
il sindaco PD di Bologna Virginio Merola (il quale ha più volte dichiarato che non terrà conto dell’esito del referendum)
Matteo Renzi
il ministro dell’istruzione Maria Chiara Carozza (PD)
Romano Prodi
Confcommercio
Cisl
Confcooperative
Antonio Polito
Oscar Giannino
le parrocchie di Bologna

Si erano espressi per l’abolizione del finanziamento con risorse pubbliche alle scuole private secondo il dettato della Costituzione italiana:

I partititi di sinistra (Sel, Rif. Comunista, Verdi) + il Mov. 5 stelle
Stefano Rodotà
Francesco Guccini
Isabella Ferrari
Riccardo Scamarcio
Ivano Marescotti
Gino Strada
Margherita Hack
Dario Fo
Marco Revelli
Paolo Flores D’Arcais
Collettivo Wu Ming
Andrea Camilleri
Paolo Nori
Michele Serra
Corrado Augias
Cobas
Fiom
la Flc-Cgil
la curva del Bologna
e tanto tempo fa Piero Calamandrei


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...