Meno male che Maria Luigia c’e’

Sono rare come perle preziose, quelle naturali, le maestre che manifestano le loro posizioni critiche e radicali nei confronti delle Prove Invalsi. Maria Luigia lo fa in maniera asciutta e sintetica senza sbavature. Sarebbe molto utile che altre maestre manifestassero la loro critica, o la loro adesione, a tutte le importanti critiche che la maestra denuncia anche a nome delle sue colleghe.
La lettera al Corriere della Maestra ci conforta non solo per l’approfondimento dell’analisi che manifesta ma anche perchè è una dichiarata presa di posizione collettiva che ha comportato confronto, discussione, ragionamenti fatti insieme, una pratica che per molteplici e chiare volontà, va estinguendosi nelle scuole.
Questo BLOG vorrebbe diventare una delle sedi in cui si condividono analisi, valutazioni, riflessioni non solo di quei gruppi fortunati nelle scuole che non si sono fatti sterilizzare dalla “scuola azienda”, ma anche per quelle/i singoli docenti che ahimè non trovano interlocutori nella loro scuola.
Riteniamo particolarmente preziosa la lettera che pubblichiamo anche perchè le considerazione che essa contiene sono un ottimo puto di partenza per porsi domande ineludibili per arrivare a conoscere il fenomeno INVALSI e le sue radici. Senza queste considerazioni preliminari difficilmente si arriva a porsi le domande del tipo: ma come è potuto avvenire l’Insediamento dell’Invalsi nella scuola Italiana e in tanti altri Paesi? Con tutti questi imbrogli così manifesti da quali Comunità Scientifiche vengono avallate e sostenute la filosofia e le pratiche Invalsi?
C’è qualche congruenza, affinità o continuità tra Invalsi e le prove oggettive e standardizzate dell’OCSE Pisa ed altre somministrazione di prove esclusivamente quantitative per “misurare gli apprendimenti”?

Piero del Gruppo NoINVALSI

http://scuoladivita.corriere.it/2015/05/11/perche-noi-maestre-siamo-contro-linvalsi/

Perchè noi maestre siamo contro l’Invalsi

11 MAGGIO 2015 | di La Redazione

Le prove Invalsi nella scuola primaria sono dei test nazionali che si svolgono nelle classi seconde e quinte. Secondo il ministero dell’Istruzione servono a monitorare il livello di apprendimento degli alunni e l’efficacia dell’insegnamento in tutte le scuole d’Italia.

Come tutti i miei colleghi, sono contraria a questi test perchè:

  • non sono commisurati ai programmi ministeriali previsti per le classi esaminate;
  • non tengono conto dell’età mentale dei bambini;
  • il tempo di svolgimento è cronometrato come in una gara;
  • devono essere somministrati anche ai bambini che non ce la possono fare;
  • le domande sono quasi tutte inferenziali, formulate in modo prolisso e non sempre chiaro, alcune contengono dei veri e propri trabocchetti.

 Le prove sono diventate ogni anno più difficili, come se la mente dei bambini  negli ultimi dieci anni fosse divenuta  prodigiosamente  capace di saltare le tappe evolutive del pensiero.

Qualche anno fa le prove di Italiano per le classi seconde consistevano in racconti di circa venticinque righe, oggi (il 6 maggio 2015, ndr) il racconto era composto da più di cinquanta righe; fra le domande ce n’era una che riguardava i sinonimi di “profusione“!

Nella prova di oggi per le classi quinte i bambini dovevano sapere che cosa è l’inurbamento attivo e passivo!

Tutto ciò è contrario alle finalità della scuola proclamate nelle Indicazioni nazionali per il curriculo che regolamentano il primo ciclo d’istruzione. È contrario pure agli articoli 2 – 3  e 4 della Costituzione, richiamati nelle stesse Indicazioni Nazionali.

Insomma, i test Invalsi sono strutturalmente e contestualmente avulsi dalla Scuola, pertanto non possono essere il mezzo per misurarla.

 

Maria Luigia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...