Come continuare a sfruttare la credulità, il caso ASL

Alternanza scuola lavoroUno dei quattro quesiti referendari sul testo della Legge 107/2015 riguarda l’eliminazione dell’ASL, l’alternanza scuola lavoro.
Questo provvedimento non solo incide fortemente sull’organizzazione della scuola superiore alterandone in maniera profonda i curricula, ma soprattutto tende a veicolare l’idea che ciascuno di noi è un pezzo di capitale umano da mettere precocemente a valore.
Inoltre, si fa credere alla famiglie che tali esperienze lavorative saranno un naturale passaggio ad un futuro impiego dei giovani sul mercato del lavoro, alla fine del ciclo scolastico.
Dal punto di vista formativo ed educativo la filosofia di fondo è quella della imprenditorialità come fatto individuale, messa in campo di presunte “competenze per la competitività” (la radice etimologica è, non a caso, la stessa!).
Proponiamo un breve e lucido articolo dell’economista Guglielmo Forges Davanzati che la rivista on line Roars ha ripreso da MicroMega.
Ricordiamo che l’economista è uno dei relatori al seminario organizzato da NoINVALSI, Arsave, Casa Bettola, Cesp-Cobas, Scuola per la Repubblica a Reggio Emilia, il 2 aprile prossimo.

Renata, NoINVALSI

La scuola che piace a Confindustria

Di Guglielmo Forges Davanzati da MicromegaOnline

La “riforma” della scuola si basa sulla errata convinzione che l’elevata disoccupazione giovanile in Italia dipenda dal fatto che il nostro sistema formativo non offre competenze adeguate a quelle richieste dalle imprese. Come già sperimentato, dequalificare la forza-lavoro per favorire un modello economico produttivo a bassa intensità tecnologica è controproducente per…

Leggi tutto su Micromegaonline


One response to “Come continuare a sfruttare la credulità, il caso ASL

  • Renata puleo

    Non solo per farvii del male, ma per continuare a rinforzare la propria convinzione relativamente alla necessità di scalzare almeno le parti più vergognose della legislazione italiana sulla scuola (legge 107/2015), aprite il Video Evento dell’Ass. TreeLLLE dedicato alla presentazione del QUADERNO N. 10. Il tema è il doppio sistema pubblico-privato,l’art 33 comma 4 della Costituzione Italiana e dunque il finanziamento all’istruzione privata (sempre definita dai relatori “paritaria” e “del privato sociale”).
    Uno dei quesiti referendari è sull’abolizione del bonus ai privati.
    Renata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...