Kafka davanti alla porta dell’Invalsi

Una volta, tanti anni fa (40/50), succedeva che nel corso di qualche conflitto, emergeva la possibilità di “praticare l’obiettivo”, così gli operai della catena si mettevano a fare “la spazzola” per i reparti di Mirafiori. I genitori degli alunni di Montecucco decidevano di autoridursi le bollette della luce. I baraccati di Roma andavano ad occupare le case della Magliana. Ma le conseguenze potevano anche diventare altre: l’avvocato Agnelli pretendeva che fossero costruite le case popolari dal governo, perché “gli operai erano insopportabilmente incazzati”. L’ENEL metteva in opera le “tariffe sociali” perché non si poteva far pagare 32 lire a Kwh la luce ai lavoratori mentre le industrie la pagavano 8 lire a Kwh, e poi gli autoriduttori avevano scoperto (nel 1973) che l’ENEL rottamava le piccole centrali idroelettriche, per smaltire l’olio solforoso dei petrolieri. Alla Magliana gli occupanti delle case mettevano a nudo la complicità tra banche, politici corrotti e palazzinari romani che già allora mettevano in ginocchio la città.

Non solo ma “praticare l’obiettivo” causava un gran “gusto”, una goduria inaudita, moltiplicava l’intelligenza e il sapere collettivo. Credo proprio che il prof. Matteo ci stia consigliando, anche lui di: “Praticate l’obiettivo che ci si diverte proprio!”

Piero del Gruppo NoINVALSI

Per una didattica contro i test standardizzati

Di di Matteo Vescovi

Recentemente, la presidente dell’Invalsi intervistata da una giornalista del Sole 24 ore, nota rivista pedagogica, ha lamentato il fatto che i docenti italiani non abbiano ancora sufficientemente modificato la propria didattica per adeguarsi alle richieste dell’Ente Valutatore. Lamentazione che suonava quasi come un’ordine (ma i test Invalsi non dovevano essere uno strumento neutro, “un termometro della scuola”?). In ogni caso, vorrei rassicurare la presidente sul fatto che, già da qualche anno, questi test hanno ottenuto una certa influenza. C’è, infatti, chi con più o meno convinzione ha cominciato ad allenare i propri alunni con batterie di test e c’è chi si è fatto influenzare in modo opposto, adottando questo…

 LEGGI TUTTO SU QUANDOSUONALACAMPANELLA.IT


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...