Boicottiamo il test invalsi

L’Unione Degli Studenti (UDS) da anni non demorde nell’opposizione delle Prove INVALSI.
Anche quest’anno organizza e invita gli studenti a lottare contro i quiz INVALSI, e l’ideologia che li sottendente, elaborando analisi e teorie apprezzabili, convinte ed originali.
Non si ferma l’UDS nemmeno davanti gli ostacoli pretestuosamente frapposti quest’anno dall’Istituto che non sa cosa sia fa ricerca pedagogica ma si preoccupa di soffocare e sottomettere la scuola in mille forme diverse: le prove oggettive e standardizzate, la valutazione degli studenti, il Rapporto di Autovalutazione (RAV), il piano dei miglioramento, la valutazione degli insegnanti… Quest’anno si è aggiunta la modalità del “computer-based” che, vista la mancanza quasi totale delle attrezzature necessarie nelle scuole, gli consente di usare il pretesto di spalmare le prove in 12 giorni tentando di far perdere d’efficacia all’opposizione che consentiva l’indizione degli scioperi, e il collegamento per azioni di massa, dalle scuole a livello cittadino e nazionale.
La gamma delle possibili forme di opposizione indicate dall’UDS lascia margini alla creatività degli studenti e delle scuole. Se qualche scuola individua o realizza forme efficaci di lotta ed opposizione questo Blog è interessato a diffonderle e metterle in circolazione.
Buona mobilitazione e lotta a tutti noi, studenti, genitori, insegnanti.

Gruppo NoInvalsi – Roma

Se sbagli sei fuori

da UnioneDegliStudenti.net

Se bagli sei fuori- No ai quiz Invalsi

Svegliati presto, vestiti comodo, corri a scuola, china la testa, dimenticati il sole primaverile. Memorizza ciò che serve a superare la prova, dunque ciò che presumibilmente vuole sentirsi dire il …
Svegliati presto, vestiti comodo, corri a scuola, china la testa, dimenticati il sole primaverile. Memorizza ciò che serve a superare la prova, dunque ciò che presumibilmente vuole sentirsi dire il prof. Elimina tutto ciò che non serve, ovvero ciò che pensi tu. Ora che c’è? Solleva la testa, rovescia il banco e inizia a parlare con chi sta al tuo fianco, senza nessuno che dice “Se sbagli sei fuori”
Quest’anno arriva la “rivoluzione” al contrario dei Test Invalsi: per le scuole secondarie di secondo grado si svolgeranno dal 7 Maggio al 19 Maggio con la modalità computer-based e non saranno più in contemporanea in tutte le scuole italiane.
Come mai il MIUR ha preso questa decisione imponendo un sistema valutativo che non trova consenso tra gli studenti e le studentesse?
Smascheriamo la retorica dell’innovazione: negli scorsi anni il boicottaggio di massa del test INVALSI ha lanciato uno scomodo segnale al Ministero dell’Istruzione, mettendo in luce la forte contrarietà della scuola nei confronti di un sistema di valutazione non soltanto parziale ma anche dannoso, che valuta le nozioni più che qualificare il sapere e che riproduce le disuguaglianze tra Nord e Sud del Paese e tra scuole “più innovative” e scuole “più arretrate”.
Noi a tutto questo non ci stiamo! Non vogliamo l’ennesimo strumento di valutazione escludente e meritocratico che considera gli studenti come cifre su un libro contabile, gli insegnanti come schiavi e i presidi come manager dell’azienda-formazione.
Come posso attivarmi?
Dal 7 Maggio al 19 Maggio non compileremo a testa bassa dei test di cui non condividiamo né la natura né lo scopo ma fuori e dentro le scuole faremo sentire le nostre ragioni!

Prima dei Test:
• organizziamo assemblee di classe e di istituto per esprimere davvero cosa sono i Test Invalsi e a cosa servono;
• convochiamo i collettivi studenteschi per attivarci contro i Test Invalsi.

Durante i Test:
• organizziamo scioperi bianchi, non entrando in classe durante i giorni di somministrazione delle prove;
• organizziamo flash mob e fotopetizioni, davanti le scuole e nei cortili interni, nelle classi durante la somministrazione, nei corridoi;
• blocchiamo le lezioni, nelle ore di svolgimento dei Test;
• lasciamo in bianco i test, rifiutandoci di compilarli o compilandoli in maniera errata;
• entriamo in classe con cartelli di protesta “Se Sbagli sei fuori!”, lanciando molteplici messaggi (”Boicotta i test Invalsi”/”Contro la valutazione punitiva, riformiamo il sistema didattico”/”Chi sei?Cosa vuoi?Cosa valuti?” ecc…)
Facciamo appello alle realtà del mondo scuola, agli studenti e ai docenti tutti: fermiamo la standardizzazione dei saperi, rivendichiamo e pratichiamo modelli di altra-valutazione, boicottiamo i test, cancelliamo l’INVALSI e riformiamo il sistema didattico!

COMPILA E FAI COMPILARE IL QUESTIONARIO—>https://goo.gl/d51wtC
LEGGI E DIFFONDI LAPIATTAFORMAPER CONOSCERE I MOTIVI DEL BOICOTTAGGIO—> Se sbagli sei fuori!
PARTECIPA ALL’EVENTO FB—> https://goo.gl/Pmbbzs
SCARICA LE INFOGRAFICHE:
CHI SEI? https://goo.gl/VyrTQV
COSA VUOI? https://goo.gl/VxkwC9
COSA VALUTI? https://goo.gl/VxkwC9
SE SBAGLI SEI FUORI—>https://goo.gl/wAt9Zg


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...