È ora di cittadinanza, tutti diritti a scuola!

Il 14 giugno la proposta di legge “Ius Scholae” sarà discussa in commissione. La destra, di varia tendenza, ha presentato centinaia di emendamenti per affossarla.

Pur consapevoli che:

  • non è un testo sufficientemente adeguato a sanare una situazione gravissima di ingiustizia
  • prima si è cittadini e in virtù di questo statuto si accede ai diritti fra cui quello all’istruzione
  • si dovrebbe essere cittadini perché si insiste su un territorio
  • debba essere snella e veloce la procedura di richiesta (non 36 mesi, anzi, con la possibilità di godere del silenzio-assenso),
    CREDIAMO che questa proposta di legge vada discussa e approvata dal Parlamento.
    In Italia la gran parte dei minori, nati qui o arrivati in minore età, NON ha diritto alla cittadinanza. Moltissimi italiani vogliono la regolarizzazione, malgrado la propaganda della destra.

Renata Puleo per NiNaNd@, Priorità alla Scuola, rete #italiadimmidisì, #dalla parte giusta della storia

Stampate, diffondete, affiggete il volantino!!!

Wpriorita1

priorita2


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: